SOS cucciolo - Ambulatorio Veterinario Gatti, Milano

AMBULATORIO
VETERINARIO
DOTT.
GATTI
CLAUDIO
Via M. Saponaro 38
Fisso: 02 89300034 Mobile: 3356197453
20142 - Milano
Vai ai contenuti
S.O.S Cucciolo
 
Il cucciolo
 
 
Dopo giorni di indecisione, intensi preparativi e ore spese a far tesoro di consigli di amici e parenti, finalmente è arrivato! L’avete finalmente in braccio e state per dargli libero accesso alla vostra (già sua) casa e…..stop!
Cuccioli profilassi
  • Ectoparassiti      ed endoparassiti

Prima di sguinzagliare in casa il vostro nuovo amico a quattro zampe e di dargli accesso a letti e divani, ispezionate attentamente il pelo e la cute del cucciolo alla ricerca di ectoparassiti, ovvero, in primis, pulci e zecche: se ne trovate, sarà bene agire immediatamente, in quanto questi insetti possono infestare rapidamente l’intera casa e risultare molto difficili da debellare dall’ambiente.

Esistono svariati prodotti in commercio contro gli ectoparassiti del cane (spot on, collari, tavolette e compresse) e, in generale,  l’impiego di tali prodotti  in cani età inferiore alle 8 settimane d’età o in cani con peso inferiore ai 2 kg non è raccomandato. Per questo, inizialmente si consiglia l’utilizzo di soluzioni spray (es. Frontline Spray) per le prime settimane di vita. In seguito, fare un uso continuato di questi antiparassitari per tutti i mesi dell’anno: i migliori hanno una azione combinata verso pulci, zecche, zanzare, flebotomi e acari.

Qualsiasi sia la provenienza del vostro cucciolo, che sia nato in casa, che provenga da un canile o da un allevamento, è sempre opportuno effettuare un esame delle feci, raccogliendone un campione e consegnandolo al Veterinario curante in corrispondenza della prima visita. L’esame delle feci servirà a scongiurare l’eventuale presenza di infestazioni parassitarie intestinali, molto comuni nei cuccioli, causate dagli endoparassiti (vermi tondi, piatti e protozoi). Una volta adulto, a seconda dello stile di vita del cane, è consigliato effettuare uno o più controlli annuali.

  • Vaccinazioni

Nel cane esistono vaccinazioni di base, raccomandate dalla maggior parte dei Medici Veterinari, a seconda dell’età e dello stile di vita condotto dal nostro amico a quattro zampe. Non esistono vaccini “obbligatori”, ma ogni piano vaccinale va concordato con il proprio Medico Veterinario; vaccinare il proprio animale domestico rappresenta un atto di tutela verso la sua salute.
 
I programmi vaccinali iniziano attorno alle 7-8 settimane di vita (salvo casi particolari) e hanno l’obiettivo di proteggere il nostro cane verso alcune malattie, molto pericolose per la vita dell’animale. Tra queste malattie ritroviamo il Cimurro, la Parvovirosi, l’Epatite Infettiva, la Parainfluenza e la Leptospirosi.

  • Microchip

L’unico obbligo di legge che ogni proprietario ha nei confronti del proprio cane è l’applicazione del microchip a cui consegue l’iscrizione all’anagrafe canina regionale di residenza. La legge è chiara: il microchip va messo entro il secondo mese di vita del cucciolo quindi, entro i 60 giorni, tutti i cani, di qualsiasi razza, età o provenienza devono essere microchippati. Sempre secondo la legge, non si possono vendere o cedere cani di età inferiore ai due mesi e non si possono cedere cani sprovvisti di microchip. L’applicazione del microchip è effettuata da un Medico Veterinario accreditato e permetterà di ritrovare il vostro cane in caso di smarrimento. Se il vostro cane è già provvisto di microchip ma è intestato ad un’altra persona, in questo caso sarà possibile effettuare un passaggio di proprietà.

  • Filariosi      cardiopolmonare

La filariosi cardiopolmonare è una grave malattia parassitaria sostenuta da un verme tondo, chiamato Dirofilaria immitis. La malattia viene trasmessa dalle zanzare infette, che inoculano le microfilarie nel momento in cui pungono il cane. Con il tempo, esse si trasformano in parassiti adulti, localizzandosi a livello delle arterie polmonari e del cuore, causando una grave sintomatologia clinica.  

È possibile prevenire l’infestazione attraverso una adeguata profilassi: ciascun proprietario può scegliere se procedere con una somministrazione orale (tavolette o compresse) per tutto il periodo critico (da marzo a novembre), l’applicazione di specifici spot-on, o con una apposita iniezione annuale (effettuabile solo dai sei mesi in su). Sarà fondamentale chiedere consiglio al proprio Medico Veterinario e concordare insieme la profilassi migliore per il vostro cane.

  • Leishmaniosi

La leishmaniosi è una malattia infettiva causata dal parassita Leishmania Infantum,  trasmesso dalla puntura di piccoli insetti, chiamati flebotomi (pappataci) che, come nel caso delle zanzare, in Italia sono generalmente più attivi da marzo a novembre. Le zone litoranee del centro e del sud sono le aree a rischio maggiore, ma negli ultimi dieci anni si è registrato un aumento dell'area di diffusione della malattia, ora presente con nuovi focolai anche in molte aree nel nord Italia. La leishmaniosi è una malattia grave, nonché una zoonosi, che può colpire diversi organi interni del nostro cane e manifestarsi con una varia sintomatologia clinica.

Se il vostro cucciolo proviene da una zona a rischio, sarà bene effettuare un test ematico per verificare l’eventuale positività alla malattia (NB: per evitare falsi negativi, è raccomandato effettuare il testo solo dopo i sei mesi d’età).

Se vivete o vi spostate frequentemente con il vostro cane in aree a rischio (ad esempio aree costiere durante le vacanze estive) è possibile effettuare un particolare vaccino o procedere con una profilassi medica per prevenire l’infestazione. Anche in questo caso, sarà fondamentale chiedere consiglio al proprio Medico Veterinario.

  • La dieta

Una dieta corretta è la base per una buona crescita e un buono stato di salute, sia nel cucciolo che nell’adulto. È importante scegliere un’alimentazione adeguata in funzione dell’età e della taglia del cane: il cucciolo si trova infatti in una fase delicata della sua vita, un momento in cui ha precise esigenze nutrizionali che solo se soddisfatte gli consentiranno uno sviluppo organico ottimale. Si consiglia l’acquisto di alimenti di qualità (facendo affidamento su marche di comprovata affidabilità) e di evitare l’acquisto di sottoprodotti e sottomarche che spesso risultano più economiche ma molto povere dal punto di vista qualitativo: il vostro Medico Veterinario saprà indicarvi una dieta personalizzata per il vostro cucciolo. Una volta scelto l’alimento, non ci sarà nessuna necessità di variare e ogni eventuale cambio di alimentazione andrà fatto sempre in modo graduale. Si suggerisce di alimentare inizialmente il cucciolo 3-4 volte al giorno, scendendo a 2 pasti al giorno una volta entrato nell’età adulta.
Vademecum: non alimentare mai il vostro cane immediatamente prima o dopo l’attività fisica!  
Scrivici!






Torna ai contenuti